La nanetta, il bambino con la panza, la puttana e il nostro amore


di Azael
16 ottobre 2009

* Poesia nella quale il poeta tira le palline di carta agli sfortunati paragonati all’amore

Sei una misera tappetta
di fronte al nostro amore
una nanetta di quelle che vanno al mercato si buttano a terra
vicino ai negozi
e si girano pure i piedi all’indentro
per fare più pietà
di fronte al nostro amore
le hai viste quelle nanette?
quelle che si girano i piedi?
col cartoncino in mano e la gonna unta
scrivono nel cartoncino
che c’hanno i problemi, i figli polverosi
ma questa cosa si vede male nelle foto nel cartoncino
però non dicono che i problemi
sono i piedi
o la nanezza
si vede che c’hanno vergogna, dei piedi indentro
di fronte al nostro amore.

Sei un bambino con la panza piena d’aria
di fronte al nostro amore
uno di quelli dei documentari che stanno sempre in gruppo
con le mosche sulle bocche
con le mosche di fronte al nostro amore
li hai visti quei bambini con le panze?
quelli con le mosche e con le panze?
Guardano sempre in su e non parlano
gli inviati del tiggì dicono che  il problema loro
è la fame
secondo me il problema reale sono le mosche
perché non possono parlare tra loro, in gruppo,
senza ingoiare adunate di mosche
e in gruppo c’è poco da fare se non puoi parlare, sei nudo, con la panza
di fronte al nostro amore.

Sei una puttana truccata forte
di fronte al nostro amore
una di quell puttane che lavorano sulle tangenziali la notte
con le pelliccie sopra le tette nude
di fronte al nostro amore
le hai viste quelle puttane truccate forte?
le hai viste le tette nude di quelle puttane la notte?
Ti indicano la macchina quando passi
e tu fai finta di guardare il tabaccaio, dall’altra parte
e pensi che il problema loro è di farti vedere bene le tette nude
sotto la pelliccia, ma senza scoprirsi troppo sennò i carabinieri le arrestano
ma in realtà il problema loro è che tu non le guardi,
e guardi il tabbaccaio
quello di fronte al nostro amore.

Sei la quarta, seduta al tavolo
di fronte al nostro amore
tu, la nanetta, un bambino con la panza e una puttana truccata forte
e il nostro amore, di fronte, vi tira le palline di carta
voi le raccogliete e le srotolate
e dentro la risposta ai problemi vostri non ci sta
perché io e il nostro amore
coi problemi vostri
ci facciamo le palline di carta
ci scompisciamo la sera.

Tags: , , ,

Category: Amore e robe umide | RSS 2.0
| Scrivi un commento | trackback

Un Commento

  • gigiola

    Originale, emozionante di un romanticismo senza concessioni. Triste come la vita e dura come la terra. Sei veramente in gamba. Ho letto anche il resto e mi piace lo stile. Da poeta diplomato, non mi cimento oltre.

Leave a Reply

What is 14 + 13 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)