Le code


di azael
3 giugno 2011

*Poesia nella quale il poeta se ne va affanculo come certi lembi di certe bestie, naturali

Cosa diranno i dinosauri di noi
quando saremo lì
e gli zombie
cosa diranno gli alieni
e le lucertole senza coda
cosa diranno?

I dinosauri
ci rinfacceranno seicentomilioni di anni, in attesa
gli zombie la morte
le lucertole senza coda
la coda

ci guarderanno coi loro occhi di apocalisse naturale
le foreste appassiranno
i mari scenderanno giù giù per il buco del mondo
non diranno nulla
i dinosauri, nulla
raccoglieranno i loro anni estinti, coi loro quattro ricordi preistorici
raccoglieranno, spinose, le code

e le lucertole, per questo, non sentiranno alcuna nostalgia.

Tags: , ,

Category: Il naturale inganno | RSS 2.0
| Scrivi un commento | trackback

Un Commento

  • CroceC

    Ahah! Quale inattesa, straniante e lacerosa accettazione, da parte delle lucertole nelle addotte loro paziali condizioni.

Leave a Reply

What is 7 + 9 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)