La neve scende a palle


di Azael
12 febbraio 2010

*Poesia nella quale il poeta usa il compasso per dare i voti ai competitors della natura nel campo dell’architettura spinta

La neve scende a palle
a differenza della pioggia
che scende a segmenti

io stesso
certe volte faccio la pipì a semiretta,
a volte a parabola
pochissime volte a iperbole

e la cacca, persino, come le pecore o a blocchetti
e le ghiande a ghiande, i fulmini a zigzagghe
il polline a schifìo

solo tu, quando mi vieni
a passettini ammortizzati, a culo rimbalzante
geometria definitiva, di canone perfetto

che la natura, quando fa le case delle lumache
i ghirigori delle ragnatele, quando si sbatte dietro ai fiordi

ancora bestemmia.

Tags: , , , ,

Category: Amore e robe umide, Il naturale inganno | RSS 2.0
| Scrivi un commento | trackback

9 Commenti

Leave a Reply

What is 9 + 2 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)